benvenuti all'Isola delle Balene

Whale Island (Ile de la Baleine) si trova nella baia di Van Phong, a circa 2 ore e mezza di traversata da Nha Trang.

E’ un’isola privata, quasi sconosciuta, classificata fra i 100 luoghi più belli al mondo, al centro di un arcipelago, in un quadro selvaggio che, da solo, merita di soggiornarvi. Un’immersione nella natura in un ambiente fra amici, nell’unico eco-resort, fra palme da cocco, spiagge candide ed acque cristalline con meravigliosi paesaggi sottomarini ricchi di coralli ed una gran varietà di pesci e fauna tropicale. Da gennaio a metà ottobre, un vero “paradiso” per gli appassionati di immersione: dicono che, lo stesso Jacques Cousteau, in missione qui quando l’isola si chiamava “Port Dayot”, abbia scoperto la passione per le immersioni subacquee. Il nome “Ile de la Baleine” non è per caso: ogni anno, fra marzo e luglio, balene e squali balena fanno visita all’isola attirat1 dall’abbondanza di plancton e krill. E’ francese, come i suoi proprietari che dal 1997 l’hanno aperta ai visitatori come rifugio naturale autentico, nel Whale Island Resort, protetto da una fitta barriera verde,  “costruito” e “ gestito” come modello di turismo sostenibile, in un contesto quasi familiare.
L’Eco-Resort…
I 20 Bungalows all’ombra delle palme, affacciati direttamente sul mare, sono costruiti in bamboo e rialzati dal terreno, con pavimenti in legno e arredo in stile locale, semplice e dotato dei comfort necessari. I 5 Economic Rooms, per i gruppi, hanno vista sul giardino. Il ristorante propone la cucina vietnamita – molto ricercata e rinnovata ogni giorno – prevalentemente a base di pesci, crostacei e conchiglie, a seconda della pesca notturna ed un’altrettanto ricercata e variata alternativa vegetariana. La terrazza del bar offre relax, incontri cordiali e spettacolari tramonti o notturni sul mare.
…le attività…
Relax e passeggiate sulle candide spiagge o nella splendida vegetazione della foresta e snorkeling da riva. Le imbarcazioni sono a disposizione per spostamenti ed escursioni, insieme a canoe, catamarani e wind surf per gli amanti di questi sports. Un punto forte dell’isola è senza dubbio nei fondali marini, la cui ricchezza e biodiversità stanno facendo diventare il Vietnam una destinazione per immersioni,  con tanto di proprio club. Molti sono i punti dove immergersi: Hon Tai, La Plage, Bai Su, Le Sec...dai siti per dilettanti, per familiarizzare con la mobilità subacquea in modo sicuro, fino ai siti per professionisti. Il migliore, solo per i più esperti, è Hon Trau Nam (Les Trios Rois) l’isoletta rocciosa a 90 minuti dal resort, dove,  fra giardini di coralli, grotte e labirinti, si possono incontrare razze, mante e persino squali balena. Hon Ong è invece il punto per suggestive immersioni notturne alla scoperta di cavallucci marini, gamberi, granchi, ballerine spagnole e pesci pagliaccio che dormono nelle loro anemoni di mare.
…l’ecosistema…
La baia di Van Phong, classificata dall’Organizzazione Mondiale del Turismo deve essere preservata dai rischi che possono nuocere la sua integrità. Per questo, l’eco-resort Whale Island partecipa attivamente alla protezione delle specie presenti: mangrovie, foreste tropicali costiere di sorprendente biodiversità; il bordo delle barriere coralline e i numerosi organismi che le popolano; l’eccezionale fauna volatile e i grandi mammiferi marini che periodicamente la visitano. Due progetti, già in corso, riguardano la reintroduzione delle piante autoctone a rischio di estinzione e la ricostruzione delle barriere coralline attraverso l’utilizzo dei coralli rotti dai pescatori.
…le balene.
Arrivano, tutti gli anni, ad aprile e rimangono nell’arcipelago fino a luglio. Si possono vedere, insieme, fino ad una quindicina di esemplari, mentre si nutrono dell’abbondante plancton e krill, come fossero una mandria al pascolo. Considerate animali sacri, le balene qui sono al sicuro: i pescatori le venerano, ci sono templi dedicati a loro e, da fine marzo, vengono celebrate cerimonie propiziatorie al loro arrivo nella baia, per la prosperità della comunità. Ma l’elemento caratterizzante nel rapporto con i cetacei è il profondo legame con la gente del posto: ognuno si considera  figlio di una balena e l’isola è la dimora di questa meravigliosa famiglia. Per questo il “Benvenuto all’Ile de la Baleine” significa “Benvenuto nel calore e nella convivialità” della sua “casa”.

Commenti

Post popolari in questo blog

HALONG BAY Duemila isole nel Golfo del Tonchino, da vedere e immortalare

SRI LANKA L'ISOLA DELLA SERENDIPITY

VIAGGI DEDICATI A DONNE SPECIALI